Le valvole a ghigliottina sono strumenti tanto semplici quanto compatti nel loro sistema costruttivo e di tenuta della lama. La valvola a ghigliottina è un sistema a doppia flangia d’attacco la cui gamma produttiva sottostà a dimensioni nominali comprese tra i 150 e gli 800 millimetri.

 

L’utilizzo delle valvole a ghigliottina serve per bloccare l’eventuale fuoriuscita di un prodotto nell’ambiente. Certamente questo però non avviene se si verifica nell’area circoscritta al passaggio della lama.

 

Le valvole a ghigliottina vengono installate quando è necessaria una compattazione dello spazio in maniera verticale oppure quando non si può considerare un’occupazione dello spazio fatta in maniera parziale tramite l’occlusione del condotto adibito al passaggio del prodotto.

 

Le valvole a ghigliottina non hanno bisogno di una particolare manutenzione, sono autopulenti e non presentano il problema dell’accumulo di detriti. Le valvole a ghigliottina si usano in maniera particolare per quello che riguarda il selezionamento delle acque reflue. Ma cosa sono esattamente le acque reflue? E come si comportano in questo ambito le valvole a ghigliottina? Lo scopriamo subito in questo articolo.

 

Le acque reflue

 

Le acque reflue altro non sono che le acque di scarico usate dall’uomo nelle attività domestiche, agricole o industriali, che contengono sostanze organiche e inorganiche pericolose per la salute delle persone e per l’ambiente.

 

Le acque reflue non possono essere riversate nell’ambiente perché inquinanti per cui eventualmnete devono essere prima depurate secondo le normative comunitarie europee, che prevedono azioni utili al mantenimento del buono stato di qualità delle acque profonde o superficiali.

 

Valvole a ghigliottina e acque reflue

 

Le valvole a ghigliottina vengono adoperate per il selezionamento delle acque reflue particolarmente cariche di fanghi. Le valvole a ghigliottina chiudono dunque il flusso liquido grazie a una lama rettangolare smussata posta in un corpo rotondo. Le valvole a ghigliottina si rivelano dunque particolarmente ideali per il trasporto di acque reflue, acque nere, di scarico, con sedimenti e fanghi in impianti di depurazione e condotti fognari.

 

Le valvole a ghigliottina sono realizzate in materiali resistenti alle aggressioni chimiche e meccaniche e agli ambienti tipicamente corrosivi delle acque reflue.