Se parliamo di strategie da seguire per un business efficace, allora avere un e-commerce per un’azienda rappresenta di certo un valore aggiunto molto importante. Per le PMI italiane rappresenta un’opportunità da non perdere, a patto però di seguire alcune regole e di non abbandonarlo a se stesso pensando si tratti di una “vetrina”. Un sito di vendita online infatti rappresenta un vero e proprio prolungamento del proprio store fisico e credere di farlo funzionare da solo o di riflesso è uno dei passi falsi verso il fallimento sicuro.

La prima regola da seguire è quella di organizzarsi in modo puntuale e preciso “a tavolino”. Mettere su un e-commerce significa innanzitutto predisporre un business plan da seguire poi con dedizione, tenendo sempre l’attenzione vigile sui costi e sul rapporto di quest’ultimi con i prezzi di vendita. L’attenzione ai competitors deve essere portata ai massimi livelli, perché sul web è molto più semplice e veloce trovare un’alternativa. Se il braccio destro di un e-commerce è il business plan, il braccio sinistro è un’ efficace strategia di marketing! In questo caso occorre un esperto per monitorare le visite al sito, gli accessi, gli acquisti andati a buon fine e il numero di carrelli abbandonati, la presenza sui social network, l’affiliazione a piattaforme di vendita, le tecniche Seo e Pay per click.

Nella fase iniziale di avviamento dell’e-commerce, assume particolare rilevanza la scelta del nome, l’acquisto del dominio, l’assistenza al cliente in fase di pre-vendita e post-vendita, la politica di restituzione della merce (cambi o resi), la scelta dei fornitori. Una volta delineati i costi di approvvigionamento e quelli di consegna, si possono determinare i prezzi di vendita. La politica di pricing deve essere seguita da personale competente e in grado di stabilire il prezzo al pubblico con cognizione di causa e previa conoscenza del settore merceologico in cui lavora. In questa fase è bene anche stabilire le modalità di pagamento.

Infine, un occhio di riguardo ai prodotti. L’importanza e il successo di un e-commerce per un’azienda passa soprattutto da un catalogo d’eccellenza. Schede prodotto ben redatte, immagini di alta qualità e pertinenti, spazio alle recensioni e ai commenti dei clienti che hanno già avuto modo di provare i prodotti (ottimo incentivo anche per convincere chi è indeciso ad effettuare il primo acquisto). Anche il cliente non soddisfatto o deluso da un particolare episodio va gestito con tatto e diplomazia, cercando sempre di evitare l’affronto/scontro diretto.