Chi non ha mai pensato di acquistare su Internet alzi la mano.
Al giorno d’oggi la rivoluzione tecnologica ci coinvolge da vicino e sempre più persone si sono avvicinate al mondo degli e-commerce per fare i propri acquisti.
Questa scelta deriva dall’effetto di moda collettiva ma soprattutto dagli innumerevoli vantaggi offerti a chi compra online.

Il fatturato del settore e-commerce in Italia ha toccato i 13 miliardi di euro e sembra che ogni anno incrementi fino al 20%.

Ma ti sei mai chiesto esattamente dove comprare online in sicurezza?

Gli e-commerce italiani sono organizzati in siti specializzati in prodotti di nicchia e siti generalisti che offrono una moltitudine di articoli come se fossero supermercati.

Spesso l’utente medio si affida a questi ultimi per comodità, fiducia e soprattutto sicurezza. Stiamo parlando dei colossi americani che sono sbarcati in Italia da diversi anni.

Il primo ad essere usato dagli italiani è stato eBay che con il suo modello ad asta è riuscito a catturare l’interesse dei consumatori. Ogni prodotto può essere acquistato mediante la modalità “compralo subito” oppure con una serie di offerte in competizione tra loro fino alla scadenza dell’inserzione.

Negli ultimi anni, inizialmente per la vendita di libri, abbiamo visto la crescita di Amazon, l’unico grande sito in diretta concorrenza con eBay.
In questo e-commerce non vi è la funzionalità aste, ma d’altra parte c’è una maggiore attenzione alle recensioni dei singoli prodotti e alle spedizioni che in determinate condizioni sono addirittura gratuite.

Entrambi hanno un eccellente servizio clienti e offrono migliaia e migliaia di prodotti a prezzi spesso molto più convenienti rispetto ai classici negozi di città.

In questi siti è possibile acquistare prodotti nuovi, ma anche usati per risparmiare qualcosa sul prezzo di vendita.
Infine, è importante segnalare un altro grande sito italiano ideale per fare shopping soprattutto per oggetti usati e risparmiare. Si tratta del portale di annunci Subito.it che contiene migliaia di inserzioni gratuite per fare incontrare venditori e acquirenti che spesso sono semplici privati in cerca di realizzare qualche soldo dalla vendita di oggetti che non servono più.

La grande differenza con gli altri due colossi è il fatto che il pagamento non è collegato al sito e di conseguenza non è offerto un supporto clienti per eventuali controversie. In secondo luogo, viene preferito il ritiro a mano con conseguente trattativa.

In conclusione anche l’Italia ha a disposizione varie soluzioni per fare acquisti online, ma bisogna saper scegliere in base alle proprie esigenze.