L’entusiasmo per la casa nuova è smorzato dalla preoccupazione per il trasloco? Niente paura. Ecco i consigli stanza per stanza per affrontare il trasloco senza pensieri.

Partire dal soggiorno

E’ la stanza migliore per iniziare a imballare, perché qui ci sono molti oggetti non di uso quotidiano. Cominciate a mettere via libri, dvd e soprammobili. Fate attenzione con i complementi di arredo; imballateli con cura e segnalate quelli fragili.

Svuotare gli armadi in camera

Passate poi alle camere, e riponete gli abiti, iniziando da quelli fuori stagione. Qui il lavoro è più semplice, perché i vestiti non si danneggiano e si piegano facilmente. Attenzione però alla polvere; se non volete essere costretti a diverse lavatrici, imbustate tutto ciò che potete.

Per un lavoro più veloce, procuratevi gli scatolini con barra appendiabiti; le grucce passeranno dall’armadio alla scatola in un momento

Cucina

Cominciate a mettere da parte tutta l’attrezzatura e i piccoli elettrodomestici; in questo momento non vi servono. Poi imballate con cura le stoviglie eleganti, che utilizzate in poche occasioni; infine, svuotate la dispensa. Tenete sotto mano qualche piatto e un paio di pentole, e mettete in conto almeno un paio di pasti al ristorante.

Bagno, spostando i mobili

Il trasloco in bagno è molto diverso a seconda che spostiate i mobili oppure no. Solitamente l’arredo del bagno resta nella casa che lo ospita; spostare i sanitari è impegnativo, e non sempre e facile adattarli nella nuova abitazione. Ma se avete deciso di intraprendere questa strada, probabilmente avete investito in doccia o vasca di alta qualità. In tal caso, dovrete affidare il trasloco a una società di traslochi a Milano professionale e con esperienza; è basilare che i mobili siano smontati e trasportati con la massima cura e attenzione. Oppure non potranno essere reinstallati nella nuova casa, con disagio e perdita economica per voi.

Bagno senza spostare i mobili

Se invece, come accade spesso, i mobili e i sanitari restano dove sono, svuotare il bagno sarà molto più semplice. Impacchettate salviette e accappatoi, poi occupatevi dei prodotti per l’igiene. Chiudete tutto con cura, perché le bottiglie non si aprano durante il trasporto.