Che cos’è

Si parla di pozzo nero quando ci sono problemi di allacciamento alla rete fognaria. Ci sono diverse situazioni in cui la normale rete pubblica di fogne si trova troppo lontana dall’abitazione per potersi allacciare. In altri casi, capita che la rete fognaria sia poco sviluppa. In entrambi questi casi, la soluzione per gli scarichi domestici è realizzare un pozzo nero, cioè una vasca sotterranee dove confluiscono tutte le condotte. Vuol dire che tutte le tubature vanno a finire in questa cisterna che non ha condotte in uscita. Il pozzo nero si riempie un po’ per volta con l’acqua che viene portata dentro dagli scarichi dei lavandini, del wc, della lavatrice, dalla lavastoviglie, della doccia, della vasca da bagno etc.

Come funziona

Il pozzo nero viene sotterrato a un metro di distanza dall’abitazione e un metro di profondità almeno. Mano a mano che si usa l’acqua in casa e la si scarica, il pozzo nero si riempi sempre di più. C’è una botola di ispezione che consente di verificare il livello dell’acqua dentro al pozzo. Dopo i primi anni di utilizzo, dovrebbe esser chiaro quanto ci impiega a riempirsi in maniera da poter fissare un appuntamento per farlo svuotare con largo anticipo. Non serve aspettare che l’acqua arrivi all’orlo per farlo svuotare ma meglio chiamare prima onde evitare problemi come sversamenti di liquami nel terreno circostante.

Come viene pulito

La pulizia del pozzo nero deve sempre essere fatta dai massimi esperti del settore che intervengono ogni volta che è necessario. Non si può fare da soli perché è estremamente pericoloso e serve la strumentazione adatta. Come prima cosa, viene prelevata tuta la parte liquida con un’autocisterna. Di seguito, gli esperti utilizzano dei getti di acqua pressurizzata per staccare dalle pareti i fanghi che si sono attaccati. Tutto il contenuto prelevato vien portato presso un impianto di depurazione per essere trattato nella maniera più corretta in assoluto.

Per info e / o prenotazioni: www.liguriaspurghi.it