Avete già sentito parlare di Maitake? Il nome scientifico di questo fungo è Grifola Frondolosa, lo si trova ai piedi di faggi e querce e altri alberi caratterizzati dal legno duro.   Il Maitake ha origini giapponesi e si trova nel continente nord americano, riconoscerlo è molto semplice per via della sua crescita a grappoli e i cappelli che riescono a raggiungere i 10 cm.

Viene utilizzato dalle popolazioni giapponesi che desiderano rafforzare il sistema immunitario e aumentare l’energia. Pensate in Giappone viene utilizzato da oltre 2000 anni e da molte persone viene utilizzato come tonico per il benessere del fisico.

Nel corso degli anni le tecniche commerciali di coltivazione sono state perfezionate e fino agli anni 70, era possibile raccogliere il Maintake selvatico. Dal 1981 in Giappone il fungo si costruisce per scopi alimentari e per abbattere le malattie degenerative.

Molti non sanno che il nome Maitake in giapponese significa fungo danzate e secondo una leggenda il nome riguardano la storia che quando le popolazioni antiche trovavano i funghi nel bosco, per la felicità si mettevano a danzare. I nobili giapponesi rendevano omaggio allo Shogun, proponendo il maitake e per ottenere degli apprezzamenti particolari.

Nel resto del mondo è conosciuto con il nome di Hen of the Wood, ovvero la gallina dei boschi, per via del suo aspetto che sembra quello di penne arruffate della gallina. Secondo altri studiosi il nome deriva dal Grifone, il polare animale mitologico con la testa di aquila e la gambe del leone.

Si tratta di un fungo commestibile e da raccogliere nel periodo che va da agosto a novembre, si può trovare nei pressi del castagno o di altre latifoglie. La crescita la crescita del Maitake è favorito dal colore e dall’umidità e di conseguenza è sensibile alle variazioni.