Spostare tutti gli indumenti e vestiti del guardaroba non è per nulla facile come si posa pensare. Infatti, è una delle operazioni più complicate che ci sia durante i traslochi a Roma perché presenta diverse insidie. Diverse persone no ci pensano abbastanza e alla fine si ritrovano in casa nuova con il guardaroba da sistemare da capo: lavare, stendere, stirare e piegare, dovendo fare un sacco di lavoro. Non è detto che debba esser così poiché ci sono diversi trucchi per trasferire il guardaroba in modo semplice, come spiegato qui di seguito.

Fare il decluttering

La prima cosa da fare in vista dei traslochi a Roma è fare il decluttering. Con questo termine inglese si indica fare pulizia degli armadi buttando via, o meglio donando alle associazioni tipo la Caritas, i vestiti che non si usano più. Questo serve per snellire le operazioni evitando di fare lavoro inutile per indumenti che non si indossano più da anni.

Sfruttare trolley e valigie

Proprio come quando si sta per partire per un viaggio o per le vacanze estive, bisogna mettere i vestiti piegati nel cassetto in valigia. Basta sfruttare trolley, valigie, borse e zaini per evitare di sporcare e sgualcire gli indumenti, una volta in casa nuova, tutti i vestiti potranno esser rimessi direttamente nel cassetto senza dover faticare o fare altri lavori noiosi e stressanti.

Usare i sacchi in plastica

Alcuni usano già i sacchi di plastica per i vestiti ma spesso nel modo sbagliato. Infatti, non si devono buttare gli abiti alla rinfusa nel sacco, rischiando anche che qualcuno lo butti via. Bisogna prendere un sacco e praticare un piccolo foro sul fondo. A questo punto, si prendono gli abiti e i cappotti appesi nell’armadio. Si inserisce l’uncino della gruccia nel foro praticato e con il sacco si riveste tutto quanto. È un po’ lo stesso sistema che viene utilizzato per proteggere gli indumenti ritirati in lavanderia. È il metodo migliore per tenerli puliti e protetti.