Quando si tratta di  ristrutturare casa Milano, ci sono diversi interventi che si possono fare  per rinnovare lo stile ma anche la funzionalità. Tra gli interventi per migliorare l’efficienza e la funzionalità, ci sono quelli che riguardano la coibentazione e l’isolamento. È fondamentale preoccuparsi dell’isolamento termico per ottenere un’abitazione che consuma minori quantità di gas per riscaldare durante l’inverno e minore energia elettrica per raffrescare durante l’estate. Si ottiene un confort abitativo maggiore, inoltre. Vediamo subito alcuni degli interventi più consigliati per isolare meglio, soprattutto quando si vuole ristrutturare casa Milano.

Il cappotto termico

Il primo e forse più conosciuto intervento per isolare l’abitazione è il cappotto termico. Si tratta di rivestire i muri perimetrali, spesso dall’esterno ma si può fare anche all’interno nonostante porti via una decina di centimetri. Si applicano dei panelli di polistirolo che poi vengono intonacati come di normale.

Il controsoffitto

Gran parte del calore che vien generato dai caloriferi viene disperso tramite il soffitto, oltre per colpa di finestre, porte e muri perimetrali non coibentati. L’ideale sarebbe costruire un controsoffitto in cartongesso imbottito con prodotti isolanti. È un intervento molto consigliato soprattutto per chi abita all’ultimo piano. Per chi invece abita al piano terra, vale la pena fare lo stesso per isolare meglio il pavimento. Si possono realizzare controsoffitti nelle cantine e nei garage.

Installare nuove finestre a taglio termico

Quando si ristruttura è il momento migliore anche per sostituire infissi e finestre datate. Per migliorare la coibentazione. È sempre consigliabile preferire finestre con doppi vetri e infissi a taglio termico, i migliori per limitare la disperazione e avere una temperatura stabile e gradevole in casa.

I pennelli isolanti dietro ai caloriferi

Chi è in fase di ristrutturazione ma non ha un grande budget da investire per rinnovare l’abitazione, può comunque fare qualcosa e limitare il problema della dispersione. Bastano dei pannelli isolanti da inserire dietro ai caloriferi in modo che il calore venga convogliato verso il centro della stanza e non verso il muro perimetrale.